<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=356323568680407&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Magazzini Musicali

Negozio di Strumenti Musicali

STORIA

Secondo alcuni la nascita del DJ coincide con i primi esperimenti radiofonici, quando i pionieri delle trasmissioni via radio collegavano dei grammofoni a dei trasmettitori.Ciò nonostante, il vero inizio dell'attività del DJ avvenne con l'apertura delle prime discoteche in Francia durante il dominio nazista. Durante questo periodo nacquero le primissime discoteques dove venivano diffusi dischi jazz e blues provenienti dal nuovo continente nonostante il regime vietasse la diffusione di opere discografiche statunitensi. Naturalmente ci voleva qualcuno addetto a selezionare tali dischi: quel qualcuno diventerà presto il "DJ" con l'uscita allo scoperto della discoteca e l'esportazione in America negli anni sessanta dove verrà coniato il termine DJ (letteralmente "fantino dei dischi"). All'inizio il compito del dj era semplicemente quello di mettere uno dopo l'altro i dischi (acquistati dal locale) ed effettuare avvisi con il microfono. Il dj di allora percepiva una retribuzione pari o inferiore a quella di un barista.
Negli anni '70 arrivò la Saturday Night Fever (Febbre del Sabato sera), e la disco music. Insieme alla discoteca, il DJ acquisì sempre più prestigio, diventando l'artefice della buona riuscita di un evento e della buona fama di un locale. Successivamente arrivarono i tempi del Loft e la discoteca divenne luogo di amore per la musica dove la gente entrava per lasciarsi trasportare dalle atmosfere create dal DJ. Nacquero le prime star di cui il primo fu di sicuro Dave Mancuso ispiratore di un'intera generazione di frequentatori del suo Loft, lanciando grandi DJ come Larryn Levan, Kenny Carpenter, Frankye Knuckles,Nicky Siano, Francois Kevorkian e Larry Heard. In Italia nel 1975 Miki del Ciak di Bologna fu il primo a far conoscere al pubblico il genere musicale americano con la sua grande capacità tecnica nel mixaggio paragonabile solo ai migliori DJ d'oltreoceano.
Infatti, furono gli americani gli inventori del movimento house music che dette il "la" a tutto un immenso filone di musica elettronica, prodotta dal DJ stesso. Da quel momento il dj assunse il ruolo di sperimentatore sonoro nonché di funambolo del mixaggio con l'introduzione del mix "in battuta", tecnica che consiste nel far combaciare perfettamente le battute di tempo di due dischi in sincronia (battute espresse in bpm, ovvero battiti per minuto).
A metà degli anni '80 arrivò Carl Coks che fu uno dei pochi ad usare in una serata ben tre piatti, di cui due per mixare e uno per creare effetti, o inserire nella selezione delle versioni "a cappella" di canzoni per creare dei veri e propri remix dal vivo.

Il tuo carrello

Spedizione:
Totale:

Concludi l'acquisto

1

Indirizzo

Nome
Cognome
Indirizzo
Città
Provincia
CAP
Email
Telefono
CODICE FISCALE/P. IVA
NAZIONE

2

Spese di spedizione

Seleziona la spedizione

SOLO ITALIA E ISOLE


OLTRE I 15 KG

 

3

Metodo di pagamento

Seleziona un metodo di pagamento
 

Gentile cliente,

la ringraziamo per averci scelto.

-Ricordiamo che per ordini da €1,00 a €500,00 è possibile acquistare anche in contrassegno (pagamento alla consegna solo in contanti).

-Per ordini di importo superiore a €500,00 , il pagamento dovrà essere effettuato tramite gli altri metodi di pagamento messi a sua disposizione.

 

TEMPI DI CONSEGNA

-Pagamento in contrassegno o con carta di credito/Paypal:

dai 2 ai 3 giorni lavorativi.

-Pagamento con bonifico bancario:

L'ordine verrà evaso solo dopo la ricezione del pagamento dell'importo

nostro conto bancario normalmente dai 2 ai 4 giorni lavorativi.

 

 

 

Importo totale:

Ordina